Pappardelle fatte a mano con ragù di cinghiale

Elia

27 marzo 2018

Nessun commento

Ricetta per 4 persone

Le pappardelle sono la pasta all’uovo più tipica della cucina toscana: in pratica sono delle tagliatelle un pochino più spesse e larghe quasi il doppio. Le tagliatelle (6-8 mm di larghezza) sono meno larghe delle fettuccine (1 cm). Le pappardelle sono circa il doppio delle tagliatelle.

Ingredienti:

  • 4 uova
  • 400 gr di farina tipo 00
  • 200 gr semola di grano duro
  • sale q.b.
  • 200 gr semola di grano duro
  • acqua tiepida

Preparazione

Fare una fontana con la farina. Mettere le uova al centro con un po’ di sale. Con un movimento rotatorio, impastare le uova con il bordo interno della fontana di farina finché la farina non avrà sorbito le uova. Una volta che sarà amalgamato bene, cominciarlo a lavorare. Lavorare la pasta fino a quando sarà liscia. Fate delle palle di ugual dimensione e lasciarle riposare in frigo 20-30 min. Spolverate di farina il piano di lavoro e usate la macchina per stendere la pasta e fare la sfoglia. Lo spessore della sfoglia va regolato girando il pomello regolatore sul fianco della macchina. La sfoglia va fatta passare prima con il pomello posizionato sul numero 1 poi sul numero 3 e poi a finire sul numero 5. Coprire le sfoglia con una tovaglia e farla riposare da 30 min. a 1 ora (secca abbastanza perché non si attacchi e non si rompa quando viene piegata). Tagliare la pasta in due. Piegare la sfoglia in quattro. Spolverare di farina. Ripiegare in due. Spolverare di farina. Con un coltello tagliare delle tagliatelle di 5 mm. Preparare un vassoio con farina o semola rimacinata. Dare aria alle tagliatelle agitandole un po’ e sistemarle sul vassoio facendo attenzione che non si attacchino. Lasciarle essiccare per 2 ore.